Skip to content

Approcci generali al prezzo


Il prezzo che un’azienda stabilisce deve essere compreso tra uno troppo basso per generare profitti e uno troppo alto per attrarre la domanda. L’azienda non opera da sola sul mercato e per determinare il miglior prezzo del proprio prodotto deve considerare sia quanto fatto della concorrenza sia altri fattori esterni e interni.

I metodi basati sui costi


Il metodo più semplice per determinare i prezzi è il metodo del costo totale che si caratterizza per l’aggiunta di un ricarico (markup) al costo del prodotto. Il costo come percentuale del prezzo di vendita è un altro modo per stabilire il prezzo di un prodotto.

L’analisi del punto di pareggio (BEP) e il metodo del profitto obiettivo


Un altro approccio è il metodo basato sul punto di pareggio, nel quale il primo tentativo di stabilire il prezzo è quello di stabilire il livello di prezzo in cui si verifica il punto di pareggio. Il metodo del target pricing utilizza il concetto di break-even. La differenza tra il prezzo di vendita e i costi variabili rappresenta il gross profit o margine di contribuzione che le vendite hanno nella copertura dei costi fissi. La formula per calcolare il punto
di pareggio (BEP) è: BEP = Costi fissi / Margine di contribuzione (Prezzo – Costi variabili)
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.