Skip to content

Uomo può divenire Dio



Quindi l'uomo può divenire Dio, deve solo sforzarsi..potrà così convivere con Dio. Ma non possiam diventare Dio nell'essenza, ma solo secondo l'operazione. Comunque finchè non si è pervenuti alla perfetta esichia è impossibile che il nous si trovi fuori dalla materia e dall'errore. Pochi si salvano perchè grandi sono gli sforzi. Bisogna sforzarsi di corrispondere alla grazia. - il Signore vuole che un uomo si salvi mediante un altro, evitando di seguire il proprio criterio e affidandosi al padre spirituale. Assumersi il ruolo di guidare alla perfezione è una grande responsabilità, una guida deve conoscere tutti i trabocchetti del nemico almeno...e non dovrebbe lottare con le passioni. Chi vuole insegnare deve fare della propria vita uno specchio, solo questo spinge i sudditi all'imitazione. Deleterio mettersi sotto falsi maestri..il maestro va scelto accuratamente, deve aver vinto le passioni, discernere, esser veggente, fedele alla Scrittura, paziente..il discepolo, una volta trovatolo, deve attaccarvisi con tutta l'anima, avendolo sempre davanti e cercando di imitarlo, rinunciando integralmente a tutti i propri legami, e accettando anche ciò che contraddice il suo punto di vista. Riservatezza: gli esicasti han sempre detto che il metodo è precristiano e che fu trasmesso solo oralmente. Palamas dice che l'esicasmo fu trasmesso solo oralmente perchè alcuni suoi aspetti ricordavano certo paganesimo e ciò poteva generare incomprensioni. I padri poi non parlavan molto di quella operazione della grazia per cui la scintilla presente nel cuore si accende fino alla piena illuminazione, vi accennavan solo..c'è un silenzio imposto dall'indicibilità di ciò che viene sperimentato. E poi non bisogna dare le perle ai porci.
Tratto da ORIGINI GRECHE DELL'ESICASMO di Dario Gemini
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: