Skip to content

L'INDUZIONE DELLA PLASTICITÀ SINAPTICA

 
Hebb (1949): “quando una cellula A eccita una cellula B e ripetutamente e persistentemente la attiva, deve avvenire un processo di crescita o un cambiamento metabolico in una o in entrambe le cellule tale che l’efficienza della cellula A, essendo una delle cellule che attivano B, sia aumentata”.

Il meccanismo Hebbiano -> quando si stimola l'elemento presinaptico per fare attivare anche il postsinaptico, si deve fare entro 30 millisecondi l'uno dall'altro; se l’elemento presinptico è attivo dopo il post sinaptico, il primo si deprime.

È importante non solo che siano attivi contemporaneamente, ma che ci sia anche un preciso ordine temporale di attivazione perché ci sia POTENZIAMENTO o DEPRESSIONE.
 
Es.: Sperimentalmente, la stimolazione della via dei collaterali di Schaffer nell’ippocampo produce un potenziamento a lungo termine delle cellule piramidali della regione CA1 dell’ippocampo stesso che richiede una contemporanea attivazione di elemento presinaptico (CA3) e postsinaptico (CA1).

Es.: La stimolazione appaiata visiva e elettrica dei neuroni della V1 del gatto provoca una rapida modificazione della loro sensibilità all’orientamento e della dominanza oculare.

La plasticità di un circuito dipende anche dalla sua precedente attivazione.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: