Skip to content

Il modello di Simon


Per dare infine un’idea più ampia delle capacità esplicative del modello verranno elencati tre punti distinti:
Possibilità che il fine dell’organizzazione è cambiato: ciò può avvenire quando una coalizione maggioritaria dei membri con ruoli direttivi, decide di migliorare il rapporto contributi-incentivi o quando si percepisce che il fine non corrisponde più alle richieste dei clienti.
Possibilità di distinguere tra contributi diretti e indiretti dell’organizzazione. Sono diretti se i fini dell’organizzazione hanno valore immediato e personale per i contribuenti, sono indiretti se i contribuenti vengono risarciti con ricompense divere dal raggiungimento del fine organizzativo.  Il lavoro dei proprietari d’impresa è un contributo diverso, mentre il lavoro svolto dai dipendenti è di tipo indiretto. Se si tratta di un partito o associazione benefica, il dipendente dà contributi diretti.
Possibilità che gli incentivi alla partecipazione provengano non dal fine generale dell’organizzazione, ma da un sub-obiettivo
Tratto da STORIA DEL PENSIERO ORGANIZZATIVO di Priscilla Cavalieri
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.