Skip to content

Nuova fase della politica tedesca


Per circa due anni in Germania segue una politica più accorta, Hitler evita di violare ancora Versailles. Sviluppa la sua politica sotto 3 direttrici:
1) Sviluppo di una politica volta a minare le alleanze della zona (Piccola Intesa) e vuole ottenere una penetrazione economica.
2) Ricerca di alleati;  Italia e Giappone;  RoBerTo. Perché il Giappone? Perché poteva minacciare l’Urss, soprattutto in Manciuria, e indurla ad allentare i legami con Francia e Piccola Intesa. Può preoccupare anche la Gb e farla arrivare ad un accordo con la Germania. L’alleanza col Giappone prende forma grazie agli uffici dei diplomatici Von Ribbentrop e Oshima, il 25 novembre 1936 la Germania ed il Giappone intensificarono i loro rapporti stipulando il Patto anticomintern, in funzione anticomunista;  carattere esclusivamente politico;  in quanto la Germania ha rapporti anche con Chan Kai Shek, non ha mai riconosciuto il Manciuquo, e il Giappone teme di essere trascinato in guerra. Perché l’Italia? Avvicinamento grazie al pendolone Mussolini durante la guerra in Etiopia; il nuovo ministro degli esteri è Galeazzo Ciano, fermo sostenitore dell’alleanza coi tedeschi. Nel 1936 l’Italia riconosce un accordo tra Austria e Germania (accordo secondo il quale Hitler riconosceva l’indipendenza dell’Austria in cambio dell’annullamento dell’interdizione dei nazi in Austria). ;  Firma dei protocolli di ottobre “Asse Roma-Berlino”, per iniziativa tedesca. Non si tratta di un’alleanza, ma di accordi;  viene riconosciuta la missione in Etiopia, gli impegni e viene riconosciuto Franco. ;  Mussolini si sta avvicinando alla Germania, assecondando i piani di Hitler (mire su Austria), in cambio della zona mediterranea. Mussolini non abbandona del tutto la politica del pendolo, lascia aperto uno spiraglio di dialogo anche con gli altri paesi;  1937 Gentlemen Agreements tra Gb e Italia: in cui l’Italia si impegna a mantenere lo status quo nel Mediterraneo; guerra civile spagnola.
Tratto da STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI di Alice Lavinia Oppizzi
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.