Skip to content

La Croce rossa: una conquista di civiltà


l’attenzione viene posta su alcuni aspetti della CR:
•    L’istituzione della croce rossa come primo esempio di conquista di civilità;
•    I principi che hanno ispirato e continuano ad ispirare la CR;
•    Il processo che ha portato la CR ad una nuova specializzazione delle funzioni: più sociali e non più solo sanitarie. Ciò permette di identificarla come un’organizzazione di cosettore.
Primo aspetto: grazie all’opera di dunant e all’istituzione della CR, l’umanità ha raggiunto una notevole e fondamentale conquista di civiltà. I principi e le idee che la contraddistinguono si riscontrano già nell’illuminismo: si introdusse e si diffuse, oltre ad un disprezzo per l’assurdo flagello delle guerre, un senso di fraternità e solidarietà umana. Già nel contartto sociale di J.J. ROUSSEAU si rintracciano espliciti riferimenti alla consizione disumanain cui si trovano gli uomini in guerra. Fino ad arrivare alla dichiarazione dei diritti dell’uomo alla fine del XVIII secolo.
Questo ad indicare che la società era matura per il passo che compirà dunant e troverà legittimazione nella CONVENZIONE DI GINEVRA del 1864. Uno dei più grandi meriti di questa dichirazione è di aver sancito, in modo definitivo e permanente, ciò che prima di allora era solo regolato da trattati occasionali: la NEUTRALITA’ dei soldati feriti in guerra.
Con la convenzione di Ginevra, la protezione dei feriti e dei prigionieri diviene un obbligo morale, un diritto umano e gli stati intervengono affinchè tale diritto venga rispettato.
L’isituzione dell CR ha rappresentato la liberazione dell’uomo dalla condizione di HUMANI LUPUS (Hobbes), garantendo l’affermazione di una società civile.
Dunant, in souvenir di solferino, non denucia solo i fatti ma coinvolge gli stati nazionali per porre rimedio a quelle barbarie. La grandezza di dunjant, quindi, sta nell’aver offerto alle società un elemento fondamentale di progresso, senza il quale non sarebbe potuto esistere un  senso reale di civiltà.
A questa organizzazione si deve la creazione di un HABUS MORALE, oper la condivisione di valori e per una moralità sociale universale.
Tratto da UN RICORDO DI SOLFERINO, OGGI di Angela Tiano
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.