Skip to content

La teoria dei giochi

Scienza matematica che analizza situazioni di conflitto e ne ricerca soluzioni competitive e cooperative tramite modelli: è studio delle decisioni individuali in situazioni di interazione con altri soggetti tali per cui le decisioni di uno possono influire sui risultati conseguibili di un altro, secondo un meccanismo di retroazione.
Nel modello della teoria dei giochi, tutti devono essere a conoscenza delle regole e delle conseguenze di ogni mossa: l'insieme delle mosse adottate dall'individuo è la sua strategia.
Tutti i giocatori ricevono un pay-off cioè un risultato finale positivo, negativo o nullo.
Il gioco maggiormente citato è "Il dilemma del prigioniero" perché è un perfetto esempio della violazione dell'"ottimo paretiano" cioè di una strategia adottata congiuntamente da tutti i giocatori tale che ognuno di essi possa raggiungere un pay-off positivo senza intralciare quello di un altro giocatore. Adottare congiuntamente una strategia che non sia un ottimo paretiano significa ridurre l'utilità di qualcuno senza aumentare l'utilità di nessuno.
Es. due pregiudicati che hanno possibilità di scegliere se accusarsi o meno. Tutte le combinazioni sono ottimi paretiani, tranne quella in cui i due si accusano a vicenda.
di Priscilla Cavalieri
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.