Skip to content

Judith Butler

Una delle autrici che ha più concorso a riflettere sul carattere costruito del sesso è Judith Butler, che afferma che noi diamo per scontato che esista una coerenza tra corpo maschile, genere maschile e desiderio eterosessuale e noi consideriamo questa coerenza come naturale (ma, a ben vedere, naturale non è, ma è frutto di un’educazione e una costruzione culturale).
Butler dice che il nostro sistema culturale, a partire dal linguaggio, ci costringe a pensare che perché siamo nati con un certo corpo, noi dobbiamo adeguarci a un modello di genere e dobbiamo essere eterosessuali: questo è un prodotto culturale, non è un dato naturale. Qualora alcune persone non accettino di conformarsi a questa connessione non sono da pensare come “non naturali”.
Secondo Butler esistono delle norme di genere che stabiliscono la legittimità di alcuni corpi e ne escludono altri in quanto patologici, falsi, irreali.

di Anna Bosetti
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.