Skip to content

Patologie croniche organiche

Con disturbo cronico si intende una patologia che nell’arco di almeno 6 mesi non mostra sostanziali cambiamenti, ma un andamento lentamente progressivo. Una malattia cronica è anche definita come un disordine con un corso protratto che può essere fatale o presentare un’aspettativa di vita relativamente normale, nonostante una possibile compromissione delle funzioni fisiche o mentali. Una malattia cronica differisce da una malattia acuta perché: è trattabile ma non curabile, richiede lunghi periodi di interventi terapeutici e la responsabilità terapeutica è spesso condivisa con il paziente e con la sua famiglia.


di Anna Battista
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.