Skip to content

Adattamento al Diritto Internazionale Consuetudinario

Ogni volta che si forma una nuova norma consuetudinaria (di diritto internazionale  generale) , questa entra automaticamente nel diritto italiano tramite un procedimento di rinvio previsto dall’art10cost (che il Perassi ha definito “trasformatore permanente del diritto internazionale  generale in diritto interno) . E dato che la norma di rinvio in questione (art10) è una norma costituzionale, allora il diritto consuetudinario entra nel diritto interno con rango costituzionale: perciò una legge ordinamento aria è contraria al diritto consuetudinario internazionale  può essere dichiarata illegittima per violazione dell’art10cost.
Ma possono sorgere dei problemi di interpretazione quando il diritto consuetudinario è in contrasto con una norma costituzionale italiana: in tal caso può essere difficile stabilire quale norma debba prevalere.
Per Conforti deve prevalere il diritto consuetudinario perché questo si pone in rapporto di specialità con le altre norme costituzionali. Tuttavia la stessa dottrina ammette l’esistenza di una cerchia valori fondamentali a cui nessuna norma può derogare.
In realtà, non vi sono molte possibilità di conflitto tra norme internazionali generali e norme costituzionali perché si ha una differenza di competenze:
-la Costituzione regola i rapporti tra lo Stato e i suoi organi;
-il diritto consuetudinario internazionale regola i rapporti tra organi, stranieri e Stati stranieri.
Tuttavia è possibile che si verifichino dei conflitti riguardo la Domestic Jurisdiction: un esempio può essere fornito dalle immunità giurisdizionali degli agenti diplomatici.
La soluzione al problema si ravvisa nella possibilità dei giudici di disapplicazione la norma internazionale che violi i principi fondamentali garantiti dalla Costituzione.
di Antonio Amato
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.