Skip to content

Antonio Mazzarino (1923 – 1999)

 Nel 1956 diventa vincitore di concorso e ordinario di Letteratura Latina a Messina dove insegnerà per trent'anni. A Catania insegnerà per un solo magico anno con un monografico su Catone e il De Agricultura. Scrisse la tesi in latino e spesso in latino teneva le sue lezioni. Fu esaminatore e docente rigoroso e puntiglioso, così anche nei suoi scritti tale abnegazione si riflette. Nel 1951 Concetto Marchesi ne fece un bel ritratto, parlando di felice attitudine alla filologia e lodando il suo saggio sull'Andria di Terenzio nonché indicando i Grammaticae Romanae fragmenta come opera fondamentale. Opere fondamentali furono sul De Agricultura di Catone, sul Bellum Poenicum di Nevio, sull'edizione critica del Pervigilium Veneris e sugli Epigrammata dell'Appendix Vergiliana. Membro del PLI, alla maniera di Marziale lanciò parecchi strali anche ai compagni di partito, raccogliendoli nel volume Paignia.

di Gherardo Fabretti
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.