Skip to content

Appagare nuove esigenze di tutela dei beni nel diritto penale

Appagare nuove esigenze di tutela, a fronte dell’emergere di:
a. nuovi beni giuridici:
- l. 98/74 interferenze illecite nella vita privata, riguardanti la tutela della riservatezza nei luoghi di privata dimora.
- l. 547/93 riservatezza informatica o telematica.
- l. 55/90 truffa per conseguire erogazioni pubbliche.
b. nuove forme di aggressione:
- l. 787/76 manovre speculative su merci, per poter sottoporre a sanzione penale emergenti tipologie di condotte comportanti il rincaro sul mercato interno di materie prime, generi alimentari di largo consumo o prodotti di prima necessità.
- l. 547/93 frode informatica, resa necessaria per l’incapacità strutturale della fattispecie di truffa a ricomprendere al suo interno le frodi consistenti nel trarre in inganno uno strumento informatico.
l. 397/2000 false informazioni al difensore, per garantire una tutela paritaria all’attività di indagine ed una pari dignità al materiale raccolto, senza distinguere a seconda che l’investigazione sia effettuata dal difensore o dal p.m.
- l. 275/2000 incendio boschivo, introdotto nel tentativo di arginare l’emergenza, che ormai si ripresenta con sconcertante ed allarmante puntualità ad ogni stagione estiva, comportata dalla devastazione di vastissime aree boschive mediante incendi appiccati ad arte.
Il legislatore ha innanzi tutto voluto “simbolicamente” sottolineare che il fatto ivi contemplato presenta un proprio peculiare significato di disvalore, e in secondo luogo ha preservato le elevate pene comminate dal rischio di vanificazione ad opera di circostanze attenuanti eventualmente ricorrenti.
Ma, come è noto, nel caso di specie, come in altri dove si incontrano difficoltà pressoché insormontabili nella individuazione dei responsabili, puntare sull’effetto general-preventivo non è sufficiente e serve quasi sempre solo ad acquietare il bisogno di sicurezza della collettività.

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.