Skip to content

Archi brachiali

Sono strutture che compaiono nella parte anteriore dell'embrione tra la regione mandibolare e il collo e danno origine a queste parti. Sono costituiti da tutti e 3 i foglietti embrionali e ogni foglietto dà origine a derivati specifici. Da ogni arco brachiale derivano strutture epiteliali, un segmento scheletrico e la muscolatura striata ad esso associata. Ogni arco brachiale oltre a contenere un vaso arterioso, contiene rami sensitivi e motori dei nervi cranici. 
Il mesenchima, compreso tra ectoderma e mesoderma di ogni arco brachiale, dà origine ai muscoli che hanno un innervazione motoria e sensitiva.
Questi muscoli che derivano dagli archi brachiali sono: i muscoli masticatori, che derivano dal primo arco; i muscoli mimici dall'arco ioideo; il muscolo stilofaringeo dal terzo e dal quarto; dal quinto e sesto derivano i muscoli del palato molle, i muscoli costrittori della faringe e i muscoli della laringe, molto importanti perché permettono la fonazione. Questi muscoli sono innervati dai nervi cranici che si trovano su ciascuno degli archi da cui derivano i mioblasti che danno origine ai muscoli. Quindi i mioblasti che hanno dato origine ai muscoli masticatori erano nel primo arco brachiale. Il nervo cranico presente nel primo arco è il quinto paio di nervi cranici, il trigemino. Quindi questi muscoli sono innervati dal trigemino. I muscoli mimici che si formano dal mesoderma presente nel secondo arco branchiale sono innervati dal nervo facciale, perché il nervo cranico presente nel secondo arco è il facciale.

Un anormale sviluppo del cervello o del midollo spinale possono essere causati da una chiusura difettosa del tubo neurale o difetti della cute o dell'osso che lo circondano.
Un anomalia nella produzione e nel riassorbimento del liquido cefalorachidiano determina una patologia. Il liquido, prodotto nei plessi corioidei, è in equilibrio: la quantità prodotta deve essere uguale a quella assorbita. Esce dal canale ependimale, dai ventricoli cerebrali e va all'esterno del SNC tra le meningi, in uno spazio chiamato SPAZIO SUBARACNOIDEO laddove si muove attorno alle strutture nervose svolgendo funzioni importanti. Il liquido cefalorachidiano è uno dei liquidi più importanti, non solo per le funzioni che svolge, ma anche dal punto di vista diagnostico. Molte ricerche per alcune patologie si fanno attraverso il prelievo del liquido cefalorachidiano mediante  puntura lombare . 
di Luca Sciarabba
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.