Skip to content

Brand: definizione

Brand → universo di valori che connotano il prodotto e ne favoriscono la gestione
Prodotto → insieme di caratteristiche tecnico-funzionali

Il brand risponde a 3 macro funzioni:
- Velocizzare il processo di acquisto del consumatore
- Garantire la qualità (riduzione della percezione di rischio)
- Forma di espressione di se stessi

L’obiettivo delle imprese è quello di avere, nel proprio portafoglio, -prodotti e +brand
Sono i consumatori a stabilire quanto un prodotto è forte da diventare un brand

Brand = combinazione di elementi per identificare e distinguere un prodotto/servizio da quello dei competitor → identità di marca
- Nome → facile da ricordare/pronunciare/scrivere + comunica benefit di prodotto + distintivo
- Logo → identità visiva del brand (rinforza e potenzia il significato del brand)
- Analogico → rimanda ad un tratto già esistente (es. rolex rimanda ad una corona)
- Astratto → creato ex novo (es. nike)
- Coincidente con il nome (es. Google)
- Pay-off → frase di poche parole che identifica il posizionamento del brand (es. das auto)
- Character → personaggio usato per identificare il brand (es. capitan findus)

Questi elementi devono avere diverse caratteristiche:
- Riconoscibilità → capacità di permettere l’identificazione
- Versatilità → capacità di adattarsi a contesti diversi (es. 4 salti in padella non è molto versatile)
- Tangibilità → capacità di rendere concreto il prodotto/servizio o la promessa di marca (promessa in termini di beneficio)
- Modificabilità → adattabilità rispetto al tempo e rispetto ai gusti dei consumatori
di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.