Skip to content

Cibo fritto e mangiato

Il segreto della frittura è la sorpresa; friggere è cogliere il cibo alla sprovvista fissandolo in una specie di incantamento. Una componente  fondamentale è il tempo. Sembra infatti che tutto quello che riguarda la frittura abbia a che fare con la parola tempo, come nel caso della “tempura” un cibo giapponese, una leggera pastella fritta. Il nome deriva dal latino tempora ovvero “i tempi”, questo vanto della cucina però non è made in japan ma fu introdotto in giappone nel 600 dai missionari portoghesi della compagnia di Gesù per rendere meno gravosa l’astinenza dalla carne a cui i cristiani erano obbligati nel corso delle 4 tempora. Gli intraprendenti gesuiti esportarono le frittelle vegetali tanto diffuse. I giapponesi perfezionarono la ricetta sminuzzando le verdure e rendendo la pastella piccola.
Il tempo appunto determina gli alimenti e una delle componenti è il ricordo che essi possono generare. 
di Anna Carla Russo
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.