Skip to content

Comparazione giuridica e classificazione: le famiglie giuridiche

I comparatisti ritengono praticamente impossibile, e forse vano, entrare nel dettaglio del diritto di ogni sistema, e ritengono invece che il punto di messa a fuoco più appropriato per un primo approccio alla comparazione sia l’introduzione degli studenti alle caratteristiche essenziali delle più importanti tradizioni giuridiche o famiglie giuridiche.
Preliminarmente è importante qualche chiarimento terminologico sui concetti di sistema giuridico e di tradizione giuridica.
Per sistema giuridico si intende “un complesso operativo di istituzioni, procedure e norme giuridiche” vigenti in un dato territorio o per un gruppo particolare di persone.
La tradizione o famiglia giuridica raccoglie invece quei sistemi giuridici, quegli ordinamenti che condividono “un complesso di atteggiamenti profondamente radicati, storicamente condizionati, sulla natura del diritto, sul ruolo del diritto nella società e nell’assetto politico, sull’organizzazione e il funzionamento di un sistema giuridico, e sul modo in cui il diritto è, o deve essere, creato, applicato, studiato, perfezionato e insegnato”.
L’obiettivo di questo corso è fornire gli strumenti per cogliere le differenze e le similitudini tra la civil law, la tradizione giuridica continentale che affonda le sue origini nel diritto romano e che si estende per quasi tutta l’Europa, nell’America centrale e meridionale, in molti Paesi dell’Asia e dell’Africa, e la common law, che inizia il suo tragitto in Inghilterra nel 1066, per diffondersi anch’essa in molte parti del mondo, dagli Stati Uniti al Canada, alla Australia e a molti Paesi dell’Africa e dell’Asia.
Si tratta in pratica, di offrire agli studenti i materiali per comprendere le due più antiche e diffuse tradizioni giuridiche del mondo occidentale contemporaneo; le due tradizioni insomma il cui il giurista occidentale si trova più spesso ad operare.
E’ pure bene aggiungere fin da ora che siamo d’accordo con l’esigenza, largamente diffusa, di evitare la secca contrapposizione tra civil law e common law, e di considerarle come due aspetti di una medesima grande tradizione giuridica occidentale, che non a caso è il titolo di questo manuale.
Riteniamo che le convergenze attuali tra le due tradizioni siano sempre più vistose e importanti.
Restano tuttavia, a nostro avviso, delle differenze importanti, che marcano in maniera abbastanza profonda i due gruppi di ordinamenti.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.