Skip to content

Complessità strutturale e funzionale della tutela di condanna

Sul piano strutturale, la tutela di condanna può avere ad oggetto:
- sia l'adempimento di obblighi già violati;
- sia l'adempimento di obblighi non ancora violati.
Nel primo caso l'attuazione della condanna sarà garantita dai processi di esecuzione forzata si dell'obbligo da adempiere sia fungibile; dalle misure coercitive e ove tale obbligo sia, in tutto o in parte, infungibile.
Nel secondo caso, attuazione della condanna potrà essere assicurata tramite la tecnica delle misure coercitive.
Sul piano funzionale, la tutela di condanna può essere diretta a:
- a reprimere la violazione già effettuata;
- premunire il titolare del diritto di un titolo idoneo a reprimere la violazione non appena questa si sia verificata;
- prevenire la violazione stimolando l'obbligato, tramite l'adozione di misure coercitive, ad adempiere spontaneamente e tempestivamente l'obbligazione originaria;
- reprimere gli effetti della violazione già effettuata e prevenire violazioni future.

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.