Skip to content

Comunicazione: sistema sensoriale

Quantità di stimoli a cui i nostri sensi sono esposti >> quantità di stimoli percepita ed elaborata
Il nostro sistema sensoriale elabora gruppi di stimoli (non i singoli stimoli), la maggior parte dei quali sono visivi (infatti se vogliamo concentrarci sulla musica tendiamo a chiudere gli occhi)
Il sistema sensoriale è selettivo → gli stimoli sono spesso in concorrenza tra loro e vincono i più intensi (es. se sto parlando al telefono non mi accorgo di un clown sul monociclo che mi passa vicino, perché in quel momento è più importante ciò che mi dice il mio amico al telefono di ciò che mi succede intorno)
Gli individui tendono a integrare le percezioni con supposizioni generate da esperienze precedenti
Se nel sistema percettivo si generano contraddizioni, gli individui tendono a correggere la percezione secondo l’esperienza (es. so che la Torre Eiffel è altissima, anche se da lontano riesco a coprirla interamente con il mio pollice)
La capacità percettiva non è costante né uguale per tutti; gli individui sono condizionati anche dai propri valori, dai bisogni (es. se ho fame, l’odore di patatine fritte è buono, ma ho il mal di mare no), dai pregiudizi..
I messaggi sensoriali sono spesso ridondanti, e ciò aumenta la possibilità di una decodifica corretta (se i segnali sono congruenti tra loro, altrimenti può generare totale incomprensione)

di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.