Skip to content

Concezione sistemica e reticolare dell’ambiente

Nella concezione sistemica, l’ambiente è l’insieme di fattori e di soggetti che circondano gli attori e che, in relazione a interessi e obiettivi perseguiti, ne determina il comportamento. L’ambiente influenza il comportamento degli attori, e perciò le decisioni, perché la loro attività non è autonoma ma hanno bisogno di procurarsi risorse che non possiedono cedendo altre risorse possedute, non solo di carattere economico.
Nella concezione reticolare si mette in evidenza i rapporti tra un singolo attore e il suo ambiente esterno, ma lo identifica in modo più preciso. Sottolinea in misura maggiore che i contatti attraverso cui si realizzano scambi di risorse non sono né impersonali, né generici, né indistinti, ma assumono la natura di relazioni.

Differenziare e integrare
Quanto più incerte e diverse sono le relazioni tra un’impresa e i settori ambientali con cui interagisce, tanto maggiore sarà la differenziazione dell’organizzazione e il conseguente bisogno di integrazione delle diverse parti. L’ambiente è costituito da aree che possono avere gradi differenti di prevedibilità. Lawrence e Lorsch distinguono tre settori ambientali a cui corrispondono tre diverse aree aziendali:
Scientifico = ricerca e sviluppo
Commerciale = marketing e vendite
Tecnico = produzione
In questo contesto l’obiettivo dell’organizzazione diviene quello di mettere a punto meccanismi opportuni che rendano possibile l’integrazione tra le parti dell’impresa, come regole e procedure, programmi, gruppi di lavoro, manager di prodotto, team di progetto.
Organizzazioni meccaniche e organiche
In condizioni ambientali stabili, la divisone dei compiti sarà molto precisa, la formalizzazione sviluppata, le relazioni principalmente verticali e il controllo affidato a una struttura gerarchica (sistema meccanico).
In condizioni ambientali mutevoli e in presenza di rapide trasformazioni è necessario reagire con prontezza ai cambiamenti, e di conseguenza la struttura risulterà meno formalizzata, i compiti individuali saranno ridefiniti di continuo, i problemi risolti laddove si presentano, la comunicazione e il controllo esercitati orizzontalmente (sistema organico)

L’ambiente economico e i mercati
L’ambiente economico è costituito dai mercati in cui l’organizzazione acquisisce gli input necessari per la produzione dei beni o servizi e da quelli in cui scambia tali beni o servizi ricevendone in cambio le risorse necessarie per la sopravvivenza e lo sviluppo. Tutte le organizzazioni indipendentemente dalla loro natura, sono esposte al confronto con l’ambiente economico e l’ambiente istituzionale.
di Giulia Mestre
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.