Skip to content

Cusano e la filosofia dell'infinito


Cusano parte dal concetto teologico di infinito, sostenendo che Dio è un ens perfectissimus nel quale tutte le qualità si realizzano pienamente al culmine della loro possibilità. Egli è un massimo assoluto (ciò che di più grande può essere pensato come voleva Anselmo) ed è un Deus absconditus. Il carattere paradossale dell’essenza di Dio viene espresso da Cusano con l’immagine della coincidentia oppositorum, che va oltre ogni comprensione razionale.
di Carlo Cilia
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.