Skip to content

Definizione dei Sistemi Verticali di Marketing

Uno dei più grandi sviluppi recenti dei canali distributivi sono i sistemi verticali di marketing che sono emersi per sostenere la sfida dei sistemi di marketing convenzionali. Il canale distributivo tradizionale è costituito da uno o più produttori indipendenti, grossisti e dettaglianti. Nessun membro del canale è in grado di controllare gli altri e non esiste nessuno strumento per assegnare i ruoli e risolvere i conflitti. Un sistema verticale di marketing (SVM) è costituito da produttori, grossisti e dettaglianti che agiscono come un unico sistema. Gli SVM sono stati sviluppati allo scopo di controllare il comportamento del canale e per gestire il conflitto all’interno dello stesso; altri obiettivi importanti sono le economie di scala conseguibili, il potere contrattuale e l’eliminazione della duplicazione di servizi. Gli SVM sono diventati dominanti nei mercati servendo fino al 64% dell’intero mercato. In un SVM aziendale la gestione del coordinamento e del conflitto sono ottenute attraverso la proprietà comune ai differenti livelli del canale in un SVM amministrato, la leadership è assunta da uno o pochi membri del canale dominante; nel SVM contrattuale sono ottenute con accordi contrattuali fra i membri del canale. Un importante forma si SVM contrattuale è il franchising.


di Alessia Muliere
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.