Skip to content

Definizione di diritto d’opzione – ART.2441

E’ una tutela nei confronti dei soci quando questa aumenta il capitale sociale. È l’opzione a sottoscrivere l’aumento di capitale sociale. I soci vengono così garantiti di mantenere inalterati i propri diritti amministrativi e patrimoniali nella società dopo l’aumento di capitale. In alcuni casi questi diritti può essere limitato o escluso.
POSIZIONE AMMINISTRATIVA DEI SOCI : la posizione che permette ai soci di votare nell’assemblea. È rappresentativa del loro peso nella compagine sociale.
POSIZIONE PATRIMONIALE DEI SOCI : è la quota percentuale del patrimonio.
Il diritto d’opzione pone un rimedio alle modifiche, che potrebbero sorgere in sede di aumento del capitale sociale, della posizione amministrativa e patrimoniale. Il valore della posizione amministrativa, se il diritto d’opzione è escluso, non è tutelata. La posizione patrimoniale è più tutelabile da parte dei vecchi soci attraverso il sovrapprezzo: si aumenta il prezzo delle azioni rispetto al loro valore nominale.
Il diritto d’opzione è il diritto che gli azionisti hanno all’offerta (da parte della società) delle nuove azioni emesse in occasione di tutti gli aumenti del capitale sociale. Si estrinseca nel diritto di mantenere una quota del capitale sociale pari a quella posseduta prima dell’esecuzione dello stesso.
Il diritto d’opzione non spetta nei casi regolati da:
 art.2441, 4° comma, c.c. : riguarda coloro che apportano beni in natura, che hanno un particolare vantaggio perché vengono emesse azioni solo per lui. La posizione amministrativa non viene tutelata, mentre la posizione patrimoniale viene tutelata con un prezzo di emissione coerente con i valori in gioco.
Gli aumenti di capitale sociale per fusioni avvengono a favore dei soci della società incorporata.
 art.2441, 5° comma, c.c. : riguarda l’interesse della società: quando l’interesse della società lo esige, il diritto d’opzione può essere escluso o limitato, se però viene approvato da tanti soci che rappresentano oltre la metà del capitale sociale.
Il diritto d’opzione ha un valore, perché consente a chi è già socio di poter mantenere la propria posizione.
Il diritto d’opzione di società quotate sono offerti in borsa.
 art.2441, 3° comma, c.c. : prevede che non ci sia un automatismo di aumento di capitale e sottoscrizione di chi ne ha diritto, non significa quindi che tutti esercitano l’opzione.
Se i diritti d’opzione non sono esercitati, se le azioni sono quotate i diritti d’opzione devono essere offerti nel mercato regolamentato per 5 riunioni.
Chi volesse partecipare ad un aumento di capitale non è già socio può:
- o divento socio, può comprare azioni con il diritto d’opzione e può partecipare all’aumento di capitale sociale.
- Acquista i diritti d’opzione che gli permettono di partecipare all’aumento di capitale.
Tratto da TECNICA PROFESSIONALE di Valentina Minerva
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.