Skip to content

Distinguishing e overruling nel diritto inglese

Se la presenza di più opinioni concorrenti rende spesso assai difficile la determinazione della ratio decidendi, l’opinione dissenziente costituisce senz’altro un obiter dictum.
Una decisione in cui sono presenti numerose opinioni concorrenti, o addirittura dissenzienti, ha senz’altro un’autorità minore rispetto ad una decisione unanime.
Nella prima ipotesi il giudice successivo si sentirà più libero di operare un distinguishing rispetto alla seconda ipotesi, in cui il peso del precedente è senz’altro maggiore.
Anche l’”età” del precedente può in qualche misura incidere sulla sua forza: sia l’eccessiva anzianità che l’eccessiva giovinezza indeboliscono il precedente, che nel primo caso rischia di non essere più in sintonia con il comune sentire e dunque obsoleto, mentre nel secondo manca di quelle conferme ripetute che contribuiscono ad intensificare il suo valore.
Diversa dalla tecnica del distinguishing è la nozione di overruling, la quale indica l’abrogazione della regola giurisprudenziale vincolante e in particolare indica il potere riconosciuto ad una corte di discostarsi da un precedente non altrimenti distinguibile.
L’overruling segue l’operatività del precedente nella gerarchia delle corti.
Così, nella prospettiva verticale, le corti superiori possono overrule i precedenti delle corti inferiori, mentre, nella prospettiva orizzontale, solo la House of Lords, a partire dal 1966, può overrule i suoi stessi precedenti.
L’overruling di un precedente ha efficacia retroattiva, opera cioè dalla data del precedente annullato.
Questa impostazione costituisce un corollario della teoria dichiarativa della common law: l’overruling non è il semplice cambiamento di una regola, ma è, nella prospettiva di un giudice che non crea diritto ma lo copre di una tradizione preesistente, la correzione di un errore che è sempre stato tale.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.