Skip to content

Estensione progressiva dell'ambito di applicazione dell'intervento straordinario della Cassa Integrazione

Il trattamento straordinario d'integrazione salariale è stato inizialmente concepito per le sole imprese industriali, mentre in seguito è stato esteso a: 
Imprese industriali addette alla commercializzazione dei prodotti delle imprese aventi diritto alla CIGS; 
Imprese appaltatrici di servizi di mensa e ristorazione, nonché di servizi di pulizia, che esercitino il proprio lavoro presso un'impresa in crisi e soggetta a sua volta a CIGS; 
Imprese commerciali con più di 200 (inizialmente dovevano essere 1000) addetti; 
Imprese artigiane su cui un'altra impresa industriale o commerciale, che abbia dato luogo ad intervento straordinario della CIG, abbia un "influsso gestionale prevalente": occorre che l'impresa artigiana dipenda, per più del 50% del proprio fatturato, dalle commesse dell'impresa industriale o commerciale; 
Soci di cooperative di produzione e lavoro; 
Imprese operanti nel settore dell'informazione e dell'editoria; 
Personale, anche navigante, di vettori aerei. 
Nel settore agricolo l'intervento ordinario della CIG si ha anche in situazione che nel settore industriale diano luogo all'intervento straordinario. 
Inoltre, anche dopo l'emanazione della L.223/1991 e dei limiti rigidi da essa imposti, la CIGS è stata spesso utilizzata anche in ambiti esclusi dal suo campo d'applicazione. 
di Alessandra Infante
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.