Skip to content

Fase di Transizione: Ponte tra le Due Fasi

C'è il passaggio da una totale dipendenza dall'oggetto a una condizione reciproca.

In questa fase si passa da un'indifferenziazione con l'oggetto e da un'identificazione primaria con gli oggetti esterni primari alla loro interiorizzazione, prevalentemente di oggetti cattivi, per compensare al deficit che hanno (se ho una madre deficitaria interiorizzo i suoi aspetti negativi per avere la fantasia di poter controllare l'oggetto cattivo e per poter pensare che la madre esterna sia buona), per arrivare quindi a una fase di dipendenza matura.

Questo passaggio (in cui io transito quindi da una fase di dipendenza assoluta, in cui io sono in relazione ai miei oggetti esterni e ai miei oggetti interni compensatori, a una fase di dipendenza matura) necessita di allentare la presa sui miei oggetti (sia interni che esterni).

In questa fase il bambino sperimenta un conflitto tra la spinta verso altre relazioni da una parte e dall'altra la riluttanza di abbandonare legami con oggetti interni ed esterni indifferenziati (spinta all'indipendenza vs rimanere identificati con gli oggetti primari).

La Mahler descrive questa fase parlando del bambino che si allontana ma poi viene colpito dall'angoscia di separazione.

di Mariasole Genovesi
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.