Skip to content

Funzione del diritto comparato: per una migliore comunicazione tra giuristi

Dal punto di vista pratico, il diritto comparato mira a far comunicare giuristi appartenenti a tradizioni diverse assolvendo a compiti sia pratici che teorici.
Il comparatista si interroga, infatti, su come i diversi sistemi affrontino problemi analoghi.
In tal modo il comparatista giunge a conoscere come si organizzano, per esempio, il sistema inglese e quello italiano, aiutando le due tradizioni a comunicare fra loro.
In questo quadro si inserisce un’altra possibile finalità del diritto comparato, quella cioè di fornire gli strumenti per tradurre correttamente i testi giuridici.
Infatti, per ottenere tale risultato è necessario che l’interessato sia in grado di accertare che esista, nella lingua verso la quale traduce, un vocabolo concettualmente analogo a quello della lingua di partenza.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.