Skip to content

Gerarchia delle fonti giuridiche: i Trattati internazionali

In alcune Costituzioni continentali si riconosce espressamente ai trattati internazionali valore superiore alle leggi ordinarie.
Il caso della Francia è di particolare importanza.
La Cour de Cassation ha deciso che i giudici hanno il potere di disapplicare una legge successiva contrastante con un trattato internazionale regolarmente ratificato.
La questione della collocazione dei trattati internazionali nella gerarchia delle fonti ha acquistato un particolare rilievo con riferimento al rapporto fra diritto comunitario e diritto degli Stati membri dell’UE.
Come è noto, la Corte di Giustizia di Lussemburgo ha elaborato una giurisprudenza ormai consolidata in virtù della quale le norme comunitarie direttamente applicabili, o atte a produrre effetti diretti negli ordinamenti degli Stati membri, prevalgono sulle leggi interne successive.
La dottrina della supremazia del diritto comunitario è quindi penetrata nei vari ordinamenti nazionali, i cui giudici sono arrivati ad affermare il proprio potere di disapplicare le leggi interne contrastanti con la norma comunitaria che sia direttamente applicabile e produca effetti diretti.

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.