Skip to content

Gli altri grandi paesi industrializzati

Questo gruppo presenta una divisione netta tra Giappone e Germania, i candidati naturali all'allargamento, e le altre medie potenze occidentali tipo Italia, Canada, Australia.
Il Giappone, pur essendo il secondo contributore alle finanze ONU non è mai riuscito ad esercitare un'influenza politica pari al suo peso economico. L'assegnazione di un segno permanente a Tokyo sarebbe il riconoscimento al suo contributo. Il Giappone ha alungo cercato discretamente un appoggio Usa per il seggio permanente, dimostrando di poter rinunciare al diritto di veto. Candidatura giapponese indebolita del recente declino economico e da una parziale opposizione interna.
Diversa è la posizione della Germania, che ha rivendicato il principio di eguaglianza tra membri permanenti di un Consiglio allargato anche se contemporaneamente ha proposto formule per restringere l'utilizzo del diritto di veto (anche disponibilità di autolimitazione). Nonostante l'impegno tedesco, numerosi sono gli ostacoli nel cammino verso un seggio permanente tedesco, primo tra tutti la presenza nel Consiglio di altri due paesi europei, l'opposizione italiana.
Le posizioni di Berlino e Tokyo sono sempre più assertive, le aspirazioni pubblicamente espresse.
L'Italia, molto attiva nel dibattito, si è mostrata contraria a tutte le misure che, come il quick fix, tenderebbero ad escluderla. Ha proposto una formula incentrata su seggi permanenti a rotazione e si vede schierata per la proposta B) dell'high level Panel che propone membri non permanenti rinnovabili ed eletti per 4 anni. Attorno a questa posizione l'Italia ha guidato un gruppo di medie potenze nel 2005 presentando il documento Uniting for consensus.
Altre medie potenze industrializzate quali l'Australia, il Canada, la Spagna hanno assunto un profilo più limitato dell'Italia. Contribuiscono, fanno proposte, ma non possono aspirare a un ruolo di primo piano nel Consiglio di sicurezza allargato. L'Australia ha presentato una proposta per la limitazione del diritto di veto.
di Alice Lavinia Oppizzi
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.