Skip to content

I contratti di utilizzazione dell’aeromobile

La disciplina è stata ricavata da quella dei contratti di utilizzazione della nave: abbiamo anche qui la tripartizione locazione (concessione in godimento dell’aeromobile) – noleggio (compimento di uno o più viaggi) – trasporto (trasferimento di persone o cose). Gli accordi bilaterali di traffico aereo nel trasporto internazionale ha determinato la creazione dello strumento degli interchange agreement per consentire, tramite il passaggio della detenzione dell’aeromobile e il mutamento dell’esercente, la prosecuzione di un volo internazionale su una linea i cui diritti di traffico competono ad un’altra compagnia..
Notevole sviluppo della locazione finanziaria, il leasing, contratto atipico cui si fa ricorso per il finanziamento dell’acquisto di aeromobile: realizza, alla pari della locazione, la separazione della proprietà dell’aeromobile dal godimento dello stesso, determinando la scissione tra le figure del proprietario, il concedente, e dell’esercente, il concessionario.
Diffusi i contratti intesi a regolare i rapporti fra compagnie di navigazione aerea, denominati accordi commerciali, con la finalità di ottimizzare la capacità produttiva in funzione del contenimento dei costi, e riferiti all’utilizzazione dell’aeromobile.
I contratti di utilizzazione dell’aeromobile sono contratti che, sul piano commerciale separano l’attività di marketing da quella di trasporto: i passeggeri, clienti di una determinata compagnia di navigazione aerea, vengono trasportati a opera di un’altra compagna, con la quale non hanno alcun rapporto giuridico. Alla base c’è la prestazione di trasferimento di passeggeri, che uno dei soggetti contrattuali, esercente dell’aeromobile di riferimento, si obbliga a effettuare nei confronti dell’altro soggetto.

di Elisabetta Pintus
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.