Skip to content

I costi di approvvigionamento di un'impresa

Quando le imprese di un settore acquistano i fattori di produzione sugli stessi mercati competitivi, dovremmo aspettarci che ogni impresa paghi lo stesso prezzo per beni e servizi. In realtà, vi sono diversi fattori che determinano costi inferiori e rappresentano così una fonte di vantaggio di costo.

Differenze nei prezzi dovute alla localizzazione geografica. Il prezzo dei beni può variare a seconda della localizzazione geografica, per le differenze esistenti tra i livelli salariali vigenti nei diversi paesi. Anche i costi delle materie prime e i costi energetici variano da paese. Nel settore della pasta di cellulosa e della carta, i produttori canadesi e scandinavi sono avvantaggiati dalla presenza di foreste ed energia idroelettrica.

Il possesso di fonti di approvvigionamento a basso costo. Nei settori ad elevata intensità di materie prime, il possesso o l’accesso a fonti a basso costo può rappresentare un vantaggio importante.

Lavoro non sindacalizzato. In alcuni settori ad elevata intensità di lavoro, i leader di costo sono spesso quelle imprese che evitano la presenza sindacale.
Potere contrattuale e relazioni con i fornitori. Laddove i prodotti acquistati rappresentano una voce determinante nei costi, le differenze di potere contrattuale tra le imprese di un settore possono essere una fonte importante per il vantaggio di costo. Inoltre, delle relazioni più strette con un numero limitato di fornitori consentono economie che comprendono un più efficace controllo di qualità, il trasferimento di tecnologia, la riduzione dei costi di fatturazione.
di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.