Skip to content

I mercati degli input produttivi

I mercati di acquisizione possono essere variamente strutturati a seconda della loro dimensione e della loro estensione spaziale, del loro grado di concorrenzialità, della volatilità dei prezzi.
Questi mercati possono essere la principale fonte di incertezza e di dipendenza ambientale che l’organizzazione deve affrontare, e su di essi si esercita l’opzione mercato o gerarchia.
I mercati del lavoro
I mercati del lavoro costituiscono la più rilevante area d’interazione tra organizzazione e ambiente. Particolarità del mercato del lavoro rispetto altri mercati:
Esiste una interconnessione molto stretta tra domanda e offerta: l’offerta di lavoro viene espressa da una certa popolazione che è un dato storicamente determinato proprio dal processo economico che si è verificato
Il mercato del lavoro è gestito in misura più o meno estesa, da attori collettivi e dalle istituzioni
Il mercato del lavoro è un mercato in cui colui che ha venduto la merce ne rimane in qualche modo in possesso perché la fruizione del suo valore d ‘uso dipende da una prestazione del venditore.
Lo scambio di prestazione avviene attraverso un contratto che implicitamente prevede una durata indeterminata ed è incompleto nella definizione delle reciproche obbligazioni, a causa della scarsità di informazioni e dell’incertezza che caratterizzano il momento della stipulazione del contratto rispetto al tempo futuro in cui avverrà l’erogazione della prestazione lavorativa.
Il mercato del lavoro è segmentato e si articola in una pluralità di mercati che sono segmentati in settori non comunicanti, o scarsamente comunicanti.
Al fine della progettazione organizzativa, la variabile mercati del lavoro viene analizzata a tre livelli:
1. livello macro-economico: individua lo stato e le tendenze in atto relativamente all’offerta e alla domanda di lavoro, considerando le caratteristiche professionali, culturali e comportamentali, i livelli retributivi…
2. livello settoriale: considera domanda e offerta relativamente a un comparto economico o a una porzione territoriale; si tratta di isolare i segmenti di mercato del lavoro ai quali una specifica impresa ha effettivamente accesso;
3. livello interno: l’ambito in cui sono attivi i mercati che sono stati definiti interni
di Giulia Mestre
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.