Skip to content

I regimi agrari nei paesi germanici – Guy Palmade

Due regimi agrari si dividevano i paesi germanici. Nelle regioni occidentali, i proprietari terrieri si opponevano sempre all’emancipazione dei contadini, teoricamente assicurata da riforme rivelatesi inapplicabili; esercitando su di essi ogni forma di costrizioni. In apparenza più arcaico, il sistema di proprietà terriera al di là dell’Elba si era forse maggiormente evoluto sotto l’effetto delle leggi di regolarizzazione promulgate dopo il 1807. La classe degli Junker aveva ottenuto vantaggi economici certi, attraverso l’arrotondamento e la ricomposizione delle proprie terre, senza perdere la propria posizione sociale, amministrativa e morale dominante, ma non senza rinnovarsi in parte, ora che persone di bassa origine potevano diventare proprietari fondiari.

di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.