Skip to content

I riflessi nervosi

Tutti i riflessi nervosi sono innescati da uno stimolo che attiva un recettore sensoriale. Il recettore invia l'informazione, sotto forma di potenziale dazione, lungo i neuroni sensoriali al SNC. Quest'ultimo è il centro di integrazione che valuta tutte le informazioni in entrata e seleziona una risposta appropriata, generando dei potenziali d'azione nei neuroni efferenti per provocare la risposta agli organi effettori, muscoli e ghiandole. Una caratteristica di molte vie riflesse è la retroazione negativa (feedback negativo). I segnali di retroazione negativa provenienti dai muscoli e dalle articolazioni informano continuamente il sistema nervoso centrale sui cambiamenti della posizione corporea. Alcuni riflessi, invece, presentano una componente anticipatoria (feedforward) che permette all'organismo di anticipare uno stimolo e di innescare la risposta. Per esempio, il fatto di reggerci forte quando ci aspettiamo di ricevere un urto è un esempio di risposta anticipatoria. In generale, le vie riflesse del sistema nervoso sono costituite da reti di neuroni che collegano i recettori agli effettori. I riflessi nervosi possono essere classificati secondo vari criteri: (1) In base alla sezione efferente del SNC che controlla la risposta. I riflessi che coinvolgono i neuroni motori somatici e i muscoli scheletrici sono definiti riflessi somatici. I riflessi che, invece,  presentano risposte controllate dai neuroni del sistema autonomo sono detti riflessi autonomi o viscerali;
(2) In base alla sede del SNC in cui viene integrata la risposta. I riflessi spinali vengono integrati a livello del midollo spinale mentre i riflessi integrati a livello encefalico sono detti riflessi cranici;
(3) Il base al fatto che il riflesso sia innato o acquisito. Molti riflessi sono innati, cioè già presenti alla nascita o geneticamente determinati, come ad esempio il riflesso patellare quando la gamba si estende quando viene colpito questo tendine, altri invece sono acquisiti con l'evoluzione.
(4) In base al numero di neuroni presenti nella via riflessa. La via riflessa più semplice è il riflesso monosinaptico, che comprende una sola sinapsi tra due neuroni: un neurone sensoriale afferente e un neurone motorio somatico efferente. Ma quasi tutti i riflessi presentano tre o più neuroni nella via (e almeno due sinapsi) e sono perciò definiti riflessi polisinaptici. Infatti la comunicazione nervosa non è sempre un processo “uno a uno”: spesso i neuroni si  ramificano, e le loro collaterali fanno sinapsi su molti altri neuroni. Questa modalità di connessione è nota come divergenza. D'altra parte, un singolo neurone postsinaptico può ricevere sinapsi da migliaia di neuroni presinaptici; in questo casi si parla di convergenza. Per il fenomeno della convergenza, un singolo neurone del SNC può ricevere sinapsi da varie decine di migliaia di neuroni.
di Domenico Azarnia Tehran
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.