Skip to content

IL SISTEMA DEI SENTIMENTI

Il piano dei sentimenti è insieme lo strato della vita psichica meno necessario ma anche più ambito e spirituale dell’essere umano. Al vertice si trovano i sentimenti trovando poi il fattore della “consapevolezza”. Mentre la coscienza è una funzione di controllo dei processi cognitivi, un meta sistema , la consapevolezza è un processo che coinvolge processi cognitivi assai più ampi e che non richiedono l’intervento della parola per essere eseguiti.
Sulla polarità piacere-dolore  è innestata la disposizione innata delle emozioni come fondamentali orientatori nel mondo per un essere umano, il quale, nella rete delle relazioni produce esperienze che segnano l’atteggiamento nei confronti delle cose della vita.
I sentimenti pongono l’individuo al centro del campo semantico attivato dal termine, mentre emozioni e affetti sottolineano la posizione ricettiva, se non passiva del soggetto di fronte all’esperienza da esse denominata. Il termine sentimento racchiude in sé intelligenza e ragione con capacità di patire e sentire.
Con la conquista del piano sentimentale l’individuo può quindi rilanciare il rapporto attraverso un’offerta di dono nei confronti della società civile, della nazione o comunità di appartenenza. L’individuo deve passare dalle prove  della contrazione del dolore e dall’apertura alla vita con il piacere. Anche nel piano dei sentimenti incontriamo una forma di potere, il potere relazionale che si può fare dominio dell’altro attraverso la manipolazione, la svalutazione e il rendere dipendente l’altro da sé.

di Carla Callioni
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.