Skip to content

Il caso Kasper Hauser

Non sa parlare, vissuto per tutta la vita in uno scantinato, separato da ogni comunicazione con il mondo dall’infanzia ai 17 anni, senza stimolazioni sensoriali. Inizia ad avere dei sogni e acquisisce la capacità di distinguerli dalla realtà, pur rimanendo diverso dalla gente normale (linguaggio impacciato e semplice, movimenti rigidi). Quadro clinico molto diverso da Victor perchè possiede un buon senso comune, i deficit sensoriali e motori possono essere il risultato della sua reclusione, non c’è segno di isolamento autistico, presenta giochi simbolici, desiderio di apprendere e comunicare.
di Antonella Bastone
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.