Skip to content

Il credito: evoluzione e innovazione nei criteri di valutazione

Il rischio di credito e le sue componenti

Con il termine rischio di credito si intende la possibilità che una variazione inattesa del merito creditizio di una controparte nei confronti della quale esiste un’esposizione generi una corrispondente variazione inattesa del valore di mercato della posizione creditizia. Anzitutto il rischio di credito non è confinato alla sola possibilità dell’insolvenza di una controparte; anche il semplice deterioramento del merito creditizio di quest’ultima deve considerarsi una manifestazione del rischio di credito. Ad esempio in un prestito a tasso fisso, in presenza del deterioramento del merito creditizio del debitore, il valore di mercato del prestito (determinato dal valore attuale dei flussi di cassa a esso associati) subisce una diminuzione. Questo perché il valore attuale dei flussi di un’attività finanziaria è teoricamente determinato utilizzando un tasso di sconto che incorpora un premio al rischio che riflette la probabilità di insolvenza della controparte. Un deterioramento del merito creditizio di quest’ultima conduce automaticamente a un corrispondente incremento di tale premio e dunque a una riduzione del valore di mercato dell’attività. Fra le componenti del rischio di credito vi sono:
• Il tasso di perdita atteso, che non può essere eliminata diversificando il portafoglio in termini di settori produttivi, classi dimensionali o aree geografiche degli affidati.
• La variabilità della perdita, che può essere ridotta mediante una politica di diversificazione del portafoglio per aree geografiche, settori produttivi e classi dimensionali;
• Effetto diversificazione, ossia la diminuzione che il tasso di perdita inattesa subisce quando all’interno del medesimo portafoglio vengono inseriti impieghi i cui tassi di perdita inattesa risultano caratterizzati da una correlazione imperfetta.
di Alessandra Depaola
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.