Skip to content

Il difensore e la difesa dell'imputato

La figura del difensore nel processo penale muove dall'esigenza di vedere assicurato il contraddittorio sotto ogni profilo e di vedere rimosso qualsiasi ostacolo a far valere le ragioni della parte. Essa si inserisce nello svolgimento del processo con carattere di essenzialità.

La partecipazione del difensore al processo penale costituisce uno degli aspetti in cui si articola il significato della fondamentale enunciazione contenuta nella Costituzione, all'art. 24 comma II: la difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento. Tale articolo non solo afferma l'imprescindibilità della difesa tecnica, ma investe anche la necessità che alla parte venga garantito il personale intervento al contraddittorio, cioè il diritto all'autodifesa.

È proprio per finalità autodifensive che l'art. 65 impone all'autorità giudiziaria di contestare a chi sia sottoposto alle indagini, in forma chiara e precisa, il fatto addebitatogli, rendendogli noti gli elementi di prova esistenti contro di lui, comunicandogliene le fonti e invitandolo a esporre quanto ritiene utile per la sua difesa; mentre l'art. 494 riconosce all'imputato la facoltà di rendere in ogni stato del dibattimento le dichiarazioni che ritiene opportune e che si riferiscano all'oggetto dell'imputazione.

Mentre l'autodifesa è caratterizzata dalla semplice facoltà di esplicazione garantita alla parte, la difesa tecnica postula la necessità che sia attuata nella maniera più efficiente possibile attraverso l'imprescindibile presenza, anche imposta, di un difensore.

La Corte costituzionale osserva che l'obbligatoria presenza del difensore, se da un lato assicura la regolarità del processo e la possibilità del concreto ed efficace esperimento dell'inviolabile diritto di difesa (sent. 125/1979), dall'altro non incide in alcun modo sulla partecipazione dell'imputato al processo, non ne impegna la personalità ed è, in ogni caso, preordinata alla completezza del contraddittorio processuale (sent. 188/1980).
di Gianfranco Fettolini
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.