Skip to content

Il disegno dei processi produttivi

Nella gestione operativa della produzione, un’esigenza particolarmente avvertita è quella di pervenire ad un’accurata formalizzazione delle fasi del processo e delle singole procedure attraverso le quali di realizza la produzione e erogazione del servizio. Ciò consente di evidenziare le attività critiche ai fini dell’efficacia del processo di erogazione e quindi della soddisfazione del cliente e di poterle monitorare e porre in essere le azioni correttive.
Strumenti utilizzati per la rappresentazione grafica dei processi produttivi:
il disegno dei processi. L’attività di produzione/erogazione è sempre stata analizzata e gestita con una logica di tipo funzionale, cioè raggruppando le risorse umane e materiali in base alle funzioni omogenee a cui fanno capo. Le nuove logiche invece impongono l’adozione di una gestione focalizzata sui processi realizzati nell’ambito dell’impresa. La definizione di “processo di business” generalmente adottata in dottrina è: “insieme di attività che richiedono uno o più tipi di input e crea un output che ha valore per il cliente” [Hammer e Champy].  I vantaggi della gestione focalizzata sui processi sono connessi alla visione integrata delle attività svolte, evidenziandone le interdipendenze. Ogni processo, attraversando la struttura organizzative, mostra le diverse unità organizzative che vi partecipano e le esigenze di coordinamento.
Il punto di partenza è il disegno del macro processo e delle sue singole fasi e la loro sequenza; procedere alla esplosione di ogni singola macro fase nelle microfasi elementari fino ad arrivare a un grado di dettaglio considerato utile dalla direzione aziendale e dai responsabili della produzione.  [schema a freccia]
flow chart (o diagramma di flusso). La flow chart consente di visualizzare la sequenza delle attività che compongono una procedura, che indica generalmente lo scopo di un’attività, ciò che deve essere fatto e chi lo deve fare, quando e come deve essere fatto.

La gestione delle code:
Nei servizi con file di attesa:
Problema
 ->  gestire le file di attesa in termini di massima efficienza
 ->  impossibilità economica di dimensionare il servizio sulle punte massime
 ->  aleatorietà della domanda
Aspetto gestionale di fondo: gestire l’attesa
Obiettivo: equilibrio ottimale tra: costo del servizio e costo dell’attesa (di chi deve attendere)  ->  si cerca di ridurre il tempo di attesa.
di Alessia Chiovaro
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.