Skip to content

Il lessico italiano non deve anglicizzarsi

Dai dati del LIP risulta che il vocabolario dei testi parlati per il 99,7% è fatto di parole radicate nel suolo italiano. E’ questa la risposta alla preoccupazione più grande dei cultori di lingua italiana: la minaccia dell’itanglese, formato da una sintassi italiana semplificata e dall’ampio uso di lessico anglo-americano. Il miglior modo per difendere l’italiano non è alzare barriere di protezionismo linguistico, ma insegnarlo bene, farlo amare, farne capire le strutture.
di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.