Skip to content

Il sistema della proprietà nei vecchi regimi europei – Guy Palmade

La popolazione europea viveva, per la maggior parte, nelle campagne. Nel 1800 era in ogni caso l’economia rurale a fornire sempre agli Europei i loro mezzi di sussistenza. L’Europa verde aveva ancora la meglio sull’Europa nera.

Il sistema della proprietà e quello dello sfruttamento economico delle campagne erano assai vari. Una parte importante vi avevano persone di condizione relativamente modesta, o piuttosto le classi medie, che costituivano già un abbozzo della borghesia. La Francia era un buon esempio del loro successo, consolidato dalla Rivoluzione. Appaiono d’altra parte con molto maggior nettezza fenomeni di disuguaglianza e di subordinazione. L’insieme delle trasformazioni che avevano accompagnato, in Inghilterra, la rivoluzione agricola, sfociarono in un vero e proprio accaparramento del suolo da parte delle grandi famiglie. Ai livelli inferiori i fattori, spesso ricchi, e il proletariato completavano il volto classico di questa società rurale cui si sarebbero ispirate le teorie degli economisti liberali, che avrebbero ripartito il valore in tre elementi: la terra, il capitale d’impresa, il lavoro, chiamati a ricevere ciascuno la sua remunerazione sotto la triplice forma della rendita fondiaria, del profitto, del salario.

Nel resto dell’Europa occidentale, gran parte della terra rimaneva alla nobiltà fondiaria di vecchia stirpe, mentre erano ridotte a una condizione difficile le categorie popolari. Il Mezzogiorno d’Italia conosceva inoltre le strutture ancora più arcaiche e dure: vi dominava sempre il latifondo cerealicolo a beneficio di una classe di borghesi proprietari in grado di imporre le proprie condizioni alla manodopera in quanto questa era in soprannumero. Lo stesso contrasto vigeva in Spagna, in Catalogna, la massa contadina era peraltro soggetta alle costrizioni economiche e psicologiche ereditate da un regime feudale giuridicamente abolito.
di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.