Skip to content

L'EQUILIBRIO DI MERCATO

Le curve di domanda e di offerta determinano il prezzo e la quantità ai quali i beni e i servizi vengono acquistati e venduti: la curva di domanda indica le quantità che i consumatori vogliono acquistare a ciascun prezzo e la curva di offerta indica le quantità che le imprese vogliono vendere a ciascun prezzo.
A meno che non venga fissato proprio il prezzo per cui i consumatori desiderano acquistare esattamente la stessa quantità che i venditori vogliono vendere, accade che alcuni acquirenti non possono acquistare tanto quanto vogliono oppure alcuni venditori non possono vendere tanto quanto vogliono.
Quando tutti coloro che partecipano allo scambio sono in grado di acquistare e vendere la quantità che desiderano, diciamo che: il mercato è in equilibrio:
-> il prezzo viene detto prezzo di equilibrio
-> la quantità viene detta quantità di equilibrio.



Possiamo determinare matematicamente l'equilibrio di mercato di un prodotto generico utilizzando le funzioni di domanda e di offerta.
Le forze che portano il mercato all'equilibrio.
Mano invisibile del mercato: indirizza le persone a coordinare le proprie attività per raggiungere un equilibrio di mercato
Condizioni di disequilibrio: eccesso di domanda e eccesso di offerta.
In corrispondenza di ogni prezzo diverso da quello di equilibrio, i consumatori o i fornitori non sono in grado di scambiare le quantità che desiderano. Gli soggetti insoddisfatti agiscono per cambiare il prezzo portandolo al livello di equilibrio (prezzo che sgombera il mercato, perché rimuove dal mercato acquirenti e venditori insoddisfatti).
di Alessia Chiovaro
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Questo appunto non è ancora disponibile in formato PDF.