Skip to content

L'art. 1369 c.c.: espressioni polisense

L’art. 1369 c.c. stabilisce che “nel dubbio” le espressioni che possono avere più significati devono essere interpretate “nel senso più conforme alla natura e all’oggetto del contratto”.
Il termine “oggetto” individua “la descrizione strutturale dell’effetto giuridico”; “natura”, invece, non indica un criterio extra-normativo, ma esprime il “contenuto della disciplina normativa” e si presenta come “critica e astratta”, ricavabile dalla “conformazione legale del negozio” e “non dai concreti interessi delle parti o dalle cose”.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.