Skip to content

L'idea del Terzo Reich: ordine e nazionalismo – Hans Ulrich Thamer

La rappresentazione concreta dell’ordine futuro si ispirava alle idee romantiche del passato riassunte nella formula della nuova “Comunità del Popolo” e nella promessa millenaristica del “Terzo Impero”: visioni vaghe dove ciò che era decisivo era soltanto l’assolutezza con cui veniva rifiutata la repubblica di Weimar.

Dapprima questi furono solo sogni e progetti di intellettuali. Ma una cosa i nazionalsocialisti avevano imparato in ogni caso dai pensatori nazional-rivoluzionari, e cioè ad amplificare i concetti politici fondamentali mediante formule propagandistiche: ciò che rese possibile ai nemici della costituzione e della democrazia la conquista del potere sotto le vesti di politici democratici. Il presupposto del successo di una tale strategia era dato dall’offerta illimitata di libertà e dal relativismo dei valori insito nella costituzione. In virtù di una tale posizione, ci si trovò senza possibilità di difesa quando la controrivoluzione si nascose dietro la maschera della democrazia e della legalità.

di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.