Skip to content

L'ordinamento giuridico

L’ordinamento giuridico è l’insieme di regole modelli e schemi utili a organizzare la collettività, e con cui è diretto e regolato lo svolgimento della vita sociale. Ne esiste uno per ogni stato: (comunità d’individui stanziata su un determinato territorio e su cui si esercita la propria sovranità).
L’ordinamento giuridico è composto di norme giuridiche che sono imposizioni esterne con le quali si previene il sorgere di conflitti, essa vieta, consente e impone di tenere un determinato comportamento. Elemento essenziale della norma giuridica è la sanzione, emanata da un organo competente e deve essere il frutto di un iter legislativo. La norma è costituita dalla fattispecie che descrive l’oggetto che s’intende regolare, essa è concreta(realmente accaduta), astratta(fatti ancora non accaduti), semplice(riguarda un solo fatto giuridico), complessa (riguarda più fatti giuridici). I caratteri essenziali della norma sono generalità (la norma deve essere dettata per chiunque) e astrattezza(la norma deve essere emanata per situazioni astratte). La norma si distingue in proibitiva (proibisce), precettiva (impongono), permissiva (consente), imperativa (non possono essere violate perché tutelano i diritti fondamentali), e derogabili che si distinguono in dispositive che concedono la facoltà alle parti di gestirsi tra loro se trovano un accordo, e suppletive che nel silenzio delle parti supplisce la regola.
Tratto da DIRITTO PUBBLICO di Marco D'Andrea
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.