Skip to content

L’accertamento dei comportamenti elusivi


La conseguenza dei comportamenti elusivi è uno speciale procedimento impositivo che si differenzia dall’ordinario procedimento.
Quindi non si è in presenza di normali atti impositivi, ma di uno speciale avviso di accertamento che applica la norma elusa, ovvero la norma aggirata dal contribuente.
Gli avvisi emessi in ordine all’applicazione della norma antielusiva sono speciali atti d’imposizione che impongono il pagamento di un tributo supplementare, pari alla differenza tra imposte dovute in base alla norma elusa ed imposte dovute sul comportamento realizzato.
Prima di emettere l’avviso di accertamento, l’amministrazione deve chiedere chiarimenti al contribuente che ha l’onere di rispondere dentro 60 gg.
Gli atti, fatti o negozi elusivi sono in opponibili all’amministrazione finanziaria, la quale disconosce i vantaggi tributari conseguiti applicando le imposte determinata in base alle disposizioni eluse, al netto delle imposte dovute per effetto del comportamento in opponibile all’amministrazione.
Tratto da DIRITTO TRIBUTARIO di Alessandro Remigio
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.