Skip to content

L’approccio da domanda alla produzione turistica

Parte dalla constatazione che oggetto della produzione turistica è tutto ciò che i turisti consumano, e i turisti possono consumare beni e servizi diversi in momenti e luoghi diversi. Si fanno quindi derivare il prodotto turistico e le attività appartenenti all’industria da ciò che i turisti consumano, con una definizione più elastica e dinamica: attività turistiche sono tutte quelle che soddisfano, in un dato luogo e in determinato momento storico, la domanda espressa dai turisti; la produzione turistica diretta si materializza solo nel momento e nel luogo in cui viene consumata. Tutto ruota intorno al concetto di turista.
Il primo passo consiste nella quantificazione, sulla base delle rilevazioni statistiche esistenti sulla spesa media per presenza e sul numero di presenze, della spesa complessiva dei turisti distinta nei più importanti capitoli di spesa. Il secondo passo è tradurre queste voci di consumo in termini di settori produttori e fornitori dei beni e servizi oggetto del consumo turistico. È opportuno che il vettore di consumi turistici per settore produttore sia stimato come somma del vettore dei consumi turistici stranieri (assimilabili alle esportazioni) e del vettore dei consumi turistici nazionali (assimilabili al consumo tout court): si analizza tutto se si vuole un’idea della dimensione dell’industria turistica, il consumo turistico straniero + l’eccedenza del consumo turistico nazionale se si vuole l’impatto macroeconomico.

di Elisabetta Pintus
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.