Skip to content

La “progressione discendente” nel diritto penale

Il codice tutela prima i beni dello Stato, poi quelli della collettività e, solo infine, quelli della persone e del patrimonio.
Questo ordina di classificazione non è casuale, ma denota come la cultura del tempo, ossia quella del regime totalitario che ha redatto il codice, ha premesso la tutela degli enti pubblici o comunque collettivi, rispetto alla tutela della persona singolarmente considerata.
Con questa “progressione discendente” si voleva attuare la c.d. prevenzione generale positiva, mentre la prevenzione generale negativa era lasciata alle singole previsioni, o minacce, di pena.

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.