Skip to content

La Conferenza di San Francisco

Secondo quanto concordato a Yalta, l'amministrazione Usa invitò 50 Paesi a San Francisco e, a titolo consultivo, varie ong. Nell'invito gli stati potevano leggere le proposte delineatesi a Dumbarton Oaks e a Yalta ed erano invitate a San Francisco per esprimere la loro opinione. Quasi tutti i paesi vollero dunque dire la loro e fecero pervenire centinaia di documenti.
La Conferenza iniziò i lavori il 25 aprile 1945.
Durante la Conferenza emerse che i principi guida stabiliti in precedenza dalle grandi potenze non sarebbero stati rinegoziabili, fino a far parlare di uno Statuto octroyé dalle grandi potenze. Il testo adottato nella sessione finale, il 26 giugno 1945, fu sottoposto a ratifica negli stati firmatari e la Carta entrò in vigore il 24 ottobre 1945 (giorno delle Nazioni Unite) al momento del deposito della maggioranza delle ratifiche membri permanenti compresi).
Considerazioni:
Ruolo decisivo Usa nel promuovere il nuovo sistema internazionale di sicurezza collettiva. Il collante che ha unito i paesi firmatari è che erano tutti impegnati in uno stesso conflitto per sconfiggere il nazismo. Anche se, a differenza del Covenant, la Carta non venne inserita in alcun trattato di pace, le Nazioni Unite risentirono comunque del fatto di essere state create in una prospettiva post-bellica e in qualche modo favorirono la divisione tra blocchi che si formò di lì a poco.
di Alice Lavinia Oppizzi
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.