Skip to content

La Natura e l'idealismo nei romantici

Il tema fondamentale della Natura segna il ritorno a Spinoza e si concretizza ne La Natura di Goethe o nell’Iperione di Holderlin. Se, da Galileo in poi, la Natura era stata considerata come un ordine oggettivo, i romantici pervengono invece ad una filosofia della natura organicistica (la natura è una totalità organizzata nella quale le parti vivono solo in funzione del Tutto), energetico-vitalista (la natura è una forza dinamica), finalistica, spiritualistica (la natura è uno spirito in divenire) e dialettica (la natura è organizzata secondo coppie di forze opposte).

Sebbene il Romanticismo, con numerose opere letterarie, sembri segnare il trionfo del pessimismo più esasperato, va detto che questa non è la sua posizione tipica. Il Romanticismo è infatti portato a scoprire, al di là del negativo, il positivo attraverso la religione, l’arte, la storia o la politica.

E’ possibile individuare numerosi aspetti romantici nella cultura ottocentesca. Sono rimasti infatti tratti tipici del secolo: la mentalità assolutistica, ossia la tendenza a parlare in nome di certezze assolute; la visione della realtà materiale ed umana come manifestazione di una Forza infinita; l’uso della categoria della necessità come strumento interpretativo privilegiato; la polemica contro l’individualismo settecentesco; una generale concezione ottimistica della storia.

La massima incarnazione del Romanticismo filosofico è l’idealismo che, infrangendo i limiti conoscitivi posti da Kant, inaugura una nuova metafisica dell’Infinito. In Kant l’io era qualcosa di finito, e sullo sfondo della sua attività si stagliava il concetto di cosa in sé, ossia di una X ignota. L’idealismo sorge allorquando Fiche abolisce lo spettro della cosa in sé, che diviene un’entità creatrice e infinita. Da ciò la tesi tipica dell’idealismo tedesco, secondo cui tutto è spirito.
di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.