Skip to content

La banca: apertura di credito/fido e anticipazione bancaria

Apertura di credito/fido → la banca si obbliga a tenere a disposizione del cliente una somma di denaro per un certo periodo o a tempo indeterminato; di solito l’apertura di credito è in c/c quindi il cliente può utilizzare più volte il credito e ripristinarne la disponibilità con versamenti
Può essere data una garanzia reale/personale; la garanzia non si estingue per il fatto che il cliente cessi di essere debitore della banca ripristinando la disponibilità iniziale
Se è a tempo determinato, la banca può recedere solo per giusta causa
Se è a tempo indeterminato, ciascuna delle parti può recedere con preavviso di 15 giorni
A
nticipazione bancaria → la banca presta una somma che rappresenta una % del valori di titoli/merci ricevuti in pegno
La proporzione “somma versata” – “valore dei beni” deve restare costante per tutta la durata del rapporto
Il cliente può restituire una parte della somma utilizzata ritirando in misura proporzionale una parte dei beni dati in garanzia
Se il valore della garanzia diminuisce di almeno 1/10 rispetto al valore stimato al momento del contratto, la banca può chiedere un supplemento di garanzia; se il cliente non dà il supplemento di garanzia, la banca può vendere la garanzia
Di norma, la banca non può disporre dei beni ricevuti in pegno
Pegno irregolare → il cliente dà in pegno dei depositi di denaro/merci/titoli e la banca ha la facoltà di disporne; in tal caso la banca deve restituire solo le somma o la parte delle merci/titoli che eccedono l’ammontare dei crediti garantiti 

di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.